lunedì, gennaio 09, 2006

Basta Aumenti sulla A8!!!

Il presidente della Provincia di Varese Marco Reguzzoni continua la sua azione contro l'ennesimo aumento del pedaggio al casello di Lainate, sull'autostrada A8 Milano-Varese.

Dopo le proteste dei giorni scorsi, il numero uno di Villa Recalcati ha annunciato quest'oggi, lunedì 9, la convocazione di un tavolo di concertazione al quale si siederanno alcuni esponenti istituzionali ed i rappresentanti delle associazioni di categoria e dei sindacati. La riunione si terrà mercoledì alle ore 11,30 presso la sede della Provincia.

Dice Reguzzoni:"Non ho alcuna intenzione di recedere o fermare la protesta. Prima vogliamo ottenere qualche cosa di concreto sul problema dei pedaggi e dei pendolari che ogni giorno affrontano su quell’autostrada un autentico calvario. Ed è proprio la solidarietà all'iniziativa, ottenuta da centinaia di amministratori, politici, ma soprattutto cittadini e pendolari, che mi spinge ad andare avanti".

I poveri pendolari della A8 continuano ad essere spremuti anno dopo anno, oggi per percorrere la tratta Varese - Milano si devono pagare:
Gallarate Nord: Pedaggio: 1.10 EUR
Milano Nord: Pedaggio: 1.10 EUR
Totale: 2.20 EUR

Ai quali vanno aggiunti i costi del carburante: 3,56 EUR (con un'auto che consuma 6 l per 100 km)

Un pendolare, per andare da Varese a Milano e tornare, spende ben: 11,52 EURO!


Le migliori offerte Hotel nelle più belle città europee scelte apposta per te

Regalati a tariffe speciali un soggiorno fra le bellezze dell’Italia


0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Tutti i contenuti di The Insubria Times sono pubblicati, salvo diversa indicazione, secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons Creative Commons License
L'editore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su The Insubria Times avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.