martedì, agosto 29, 2006

Pedaggio per entrare a Milano

Gli insubri vengono dissanguati per andare a lavorare;non bastava il rincaro autostradale più alto d'Italia;
non bastavano i 4,40 € di pedaggio autostradale giornaliero;non bastavano i disagi continui sul tratto autostradale varese-milano;
non bastava il rinvio continuo alla realizzazione della pedemontana;non bastavano i disagi continui con i mezzi pubblici che portano a milano;
non bastavano i disagi continui con i mezzi pubblici di Milano;

ora il neo-sindaco Moratti (che prende il cognome dal marito)
vuole introdurre dal gennaio 2007 un pedaggio che si aggirerà intorno ai 3€ giornalieriper entrare in Milano;

iniziative del genere non sono certo nuove e non sono certo diprezzabili,
ma per Milano bisogna considerare dei fattori, quali:
- Milano non è una città turistica, chi tutte le mattine entra in Milano lo fa per lavoro;
- I mezzi di trasporto per entrare in città sono insufficienti;
- I mezzi pubblici di Milano sono insufficienti (Londra prima di introdurre il pedaggio ha triplicato i mezzi pubblici)
- Chi usa l'auto per andare a lavorare spesso è costretto a farlo (pagherebbe molto meno con i mezzi pubblici), perchè i mezzi non possono dargli quel servizio di cui ha bisogno;
- ......

Non sono poche le "voci" che si sono subito sentite contro l'iniziativa della Moratti:

Franco Mirabelli dice:
"Il ticket, così come è stato pensato dal sindaco Moratti, è una proposta inaccettabile e preoccupante e non c'entra nulla con l'iniziativa del sindaco di Londra,Ken Livingstone, che prima di prenderla triplicò i mezzi pubblici -. Il ticket è inaccettabile perché ingiusto verso i lavoratori che ogni giorno si recano a Milanoper contribuire a far funzionare la città. I pendolari si ritroverebbero di fronte a una scelta poco invidiabile: erodere il loro potere d'acquisto con un esborso quotidiano di ben tre euro o usare dei mezzi pubblici che si sono rivelati negli anni inadeguati e inefficienti...in questi mesi si era sviluppata una convergenza di tutte le parti interessate, sindaci, regione e provincia, per lo sviluppo dell'area metropolitana.Ora, però, il progetto rischia di naufragare se per la Moratti il governo di questa nuova entità significa che deve essere il sindaco di Milano a decidere per tutti"

Milena Bertani, presidente del Parco del Ticino:
aveva parlato di necessità di una "visione globale"
"Introdurre tasse per risolvere problemi di inquinamento senza avere una visione globale del problema e senza un'azione sinergica di quanti sono chiamati da anniad operare in questo senso, significa far ricadere scelte non sempre convincenti sulle tasche dei contribuenti - afferma la Bertani -. Chiediamoci come funzionerebbeMilano senza il lavoro che ogni giorno svolgono i non residenti e che per ragioni di orario non trovano treni o autobus in grado di portarli in città all'alba.Valutiamo l'inquinamento prodotto dalle code di automobili e mezzi pesanti che ogni giorno intasano le tangenziali. Se deve essere istituita una tassa di scopoper la sua soluzione, l'unico soggetto che può intervenire è la Regione".

Le migliori offerte Hotel nelle più belle città europee scelte apposta per te

Regalati a tariffe speciali un soggiorno fra le bellezze dell’Italia


2 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Secondo me se non s'inizia da qualche parte, ad affrontare questo problema delle polveri sottili, non si va da nessuna parte, e saremo qui tra 10 anni a dire che le infrastrutture sono insufficiente ecc ecc.

Peraltro il pedaggio non coinvolge *tutte* le macchine, ma solo quelle che inquinano veramente in termini di polveri sottili: diesel e vecchi benzina (pre-euro e euro1; tanto per dare un'idea è euro1 la mia tipo del 1993, e la sto vendendo perche' data l'età cade in pezzi: chi un benzina appena piu' nuovo entra in città senza pagare).

Pepe Carvalho (gcorani@gmail.com)

8:34 PM  
Anonymous MARRANZA said...

Ecco l'ennesima fregatura per noi e per tutti i coglioni che lavorano tutti i giorni, pagano le tasse ecc..., ma adesso attenzione c'è il riscio di pagare 200 euro di abbonamento all'anno dalla prossima primavera, per entrare a lavorare a Milano, 1) L'EURO ha dimezzato la paga di ogni essere vivente in questa merda di Milano, 2) il riscaldamento, il petrolio, tutto ciò che inquina verrà risolto donando 40000 euro a Milano i quali risolveranno i problemi dell'inquinamento!!!! ha ha ha, io col cazzo che ve li do pago già abbastanza e si tira a fatica a fine mese, voi che fate ste leggi finte che non servono a un cazzo, perchè chi lavora inquina comunque, 3) i mezzi di Milano fanno cagare da quando avevo 8 anni fino ad oggi mai in orario, costano, spesso rotti e provocano traffico, ma che cazzo di leggi fate?, mettete prima a posto le cose basilari per i cittadini e i turisti, poi pensate di prendere tutti per il culo, ma dalli agli africani 40000 euro, ma tu che bazzichi nella politica ne hai, hai barche, inquini ogni giorno con la tua cazzo di macchina blu, come la mettiamo, Io propongo uno sciopero totale di tutti i lavoratori che ogni giorno si fanno un culo così, pagano benzina, che c'è quella alternativa(ma no voi pensate a spendere i soldi per la guerra!), poi paghiamo parcheggi, multe salatissime, semafori programmati sul giallo a posta per farci pagare una multa inesistente, "leggete il codice della strada cosa dice", non il codice del facciamoci i soldi per il comune e non fare mai un cazzo, visto che se vi fate una bella passeggiate nelle traverse di viale abruzzi okkio alle siringhe, se avete bisogno di soldi o di pubblicità usate i vostri. Io in prima persona mi sono rotto il cazzo e spero che qualcuno finalmente si svegli e reagisca alle ingiustizie di ogni giorno. Alziamo il nostro culo come quando andiamo a lavorare tutti i saNTI giorni, e protestiamo anche per settimane li mettiamo in ginocchio, perchè i soldi che prendono loro sono i nostri, svegliamoci se no tra poco ci faranno pagare anche per scorreggiare!
iO RIPETO FANCULO! E incredibile come abbiano già stimato il giro di introito (mafia) di soldi che si farà il comune per poi fare cosa? ristrutturare il Duomo in 1000 anni, oppure, iniziate a riparare i vostri errori, non fregate sempre il cittadino, cos'è le vostre macchine volano?
Basta cazzate Italia!, Basta guerra Italia!, Basta rubare, accusate i mafiosi, ma i primi siete voi!, libertà di parola e di pensiero, assassini che mandate gente in guerra, poi muore e gli date l'onore per la patria che ci fotte ogni giorno, e ora di fottere voi!
marranza
Con lucidità e direi anche un attimo di incazzatura, l'inquinamento e le variazioni atmosferiche sono tutte cose manipolate, tutto un business.
Cazzo ancora non ci credo, adesso dobbiamo pagarci casa(mutuo) cioè banche che investono soldi in armi ecc..., spese condominiali ecc tutto il doppio con l'euro, vestiti eccc, benzina (guerra) carissima, bollo, assicurazione, parcheggio, mezzi (che non vanno), e adesso anche l'entrata in una città, uao mi stupirei se tornasse in vita Mussolini, dove cazzo è la democrazia, queste sono leggi?, noi vi abbiamo approvato qualcosa?, ma per favore se non sapete governare andate a pescare!
Con affetto e gioia a tutti coloro che hanno partecipato a questa grandissima, ennesima inculata. 40000 (ha le cifre che dicono al tg non sono mai vere è tutto manipolato, quindi sarà molto di più il loro guadagno okkio, c'è la realtà e la manipolazione!
OKKIO!
Buona giornata. A se avete la possibilità cambiate paese, qui è sempre peggio!
Me lo dice ogni giorno tutto il mondo, tramite i miei siti,testuali parole, (ma non sei ancora scappato da Milano?), e tu non sai cosa dirgli, gli direi se avessi 40000 ipotetici gratis euro, un giro fuori lo farei, ma si che l'ho fatto!, l'Italia è diversa da altri paesi, date un okkio, chi ha la possibilità di avere soldi, perchè i voli interni costano e come se costano, quindi ti inducono a partire heheheheh!
CHE MERDA CIAO AMICI
Questo è per voi!
marranza

6:40 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Tutti i contenuti di The Insubria Times sono pubblicati, salvo diversa indicazione, secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons Creative Commons License
L'editore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su The Insubria Times avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.